CONDIVIDI
Giustizia 2015: dichiarazioni del ministro Orlando sul sovraffollamento carceri

Amnistia, indulto: le ultime novità dal mondo delle carceri al 3 maggio 2017. Donatella Corleo, militante del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito, ha ricordato Marco Pannella in occasione del giorno del suo 87°compleanno. Pannella è stato, scrive la Corleo, un “punto di riferimento imprenscindibile nel modesto impegno di militante del Partito Radicale NonviolentoTransnazionaleTranspartito. Senza Marco”, continua, “è e sarà dura “battagliare” per l’affermazione dei diritti umani fondamentali di tutti, ma proprio di tutti, nessuno escluso”. Donatella Corleo parla dunque della situazione delle carceri: Marco Pannella si è battuto fino all’ultimo “per una giustizia degna di questo nome. A me questa è l’eredità che ha lasciato Marco Pannella: un canestro di parole nuove che, sostenute dal dialogo e dalla prassi nonviolenta, riusciranno a costruire un modello di società  inclusiva delle diversità individuali, quelle diversità  che rendono l’uomo, anche il peggiore o considerato tale, arricchimento e crescita in positivo per la collettività. E siccome questa è l’eredità che mi ha lasciato, con rabbia e con amore, continuerò  ad esserci e a cercare di agire per i diritti umani fondamentali a partire dai diritti della comunità penitenziaria”.

Amnistia, indulto, carceri, le novità al 3 maggio 2017: nuovo caso di tentato suicidio nelle carceri.

Un uomo di Torino di 46 anni ha tentato di suicidarsi all’interno della sua cella. Il detenuto, accusato di atti persecutori nei confronti della moglie, si è tagliato le vene con una lametta da barba, ma è stato prontamente medicato nell’infermeria del carcere. È stata presentata, intanto, una richiesta di scarcerazione a favore dell’uomo: l’avvocato Bonfante ha osservato che “Le esigenze cautelari possono essere soddisfatte anche con i domiciliari e il braccialetto elettronico”, ma la moglie, con cui l’uomo è sposato da 22 anni, teme per la sua vita e per quella di suo figlio: “Se esce uccide me e mio figlio. Con quell’uomo in libertà la mia non è più vita e nemmeno quella dei miei figli. Non ho deciso di raccontare tutto questo per notorietà ma per salvare me e i miei figli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI