CONDIVIDI
Carta d'identità elettronica: 350 comuni la adotteranno.

Carta d’identità elettronica: da oggi 350 comuni la adotteranno. Da ieri, mercoledì 26 aprile 2017, 350 Comuni italiani sono ufficialmente abilitati per l’emissione della Carta d’identità elettronica (CIE). Questa novità è stata introdotta dal D.l. 78/2015 recante “Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali”, tramite una prima fase di dispiegamento che ha coinvolto 199 Comuni, a partire dal 4 luglio. Da ieri gli abitanti che saranno coinvolti in questa proceduta rappresentano il 50% della popolazione. La nuova Carta d’identità elettronica non è solo uno strumento di identificazione per i cittadini italiani.

Carta d’identità elettronica: 350 comuni la adotteranno.

Si tratta infatti anche di un documento di viaggio valido per tutti i Paesi dell’Unione Europea (quelli che hanno firmato accordi specifici con cui lo Stato italiano). Sarà possibile richiedere la nuova CIE presso il proprio comune di residenza (o domicilio), recandosi con una foto tessera (in formato cartaceo o digitale) e in caso di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del “vecchio” documento d’identità. La sua durata varia a seconda della fascia d’età d’appartenenza.

Per i minori di età inferiore a 3 anni durerà 3 anni, per i minori tra i 3 e i 18 anni durerà 5 anni; per tutti i maggiorenni durerà 10 anni. Per velocizzare la procedura di registrazione è preferibile portare con se la tessera sanitaria con il proprio codice fiscale. Il cittadino dovrà pagare 16,79 euro per ottenere il rilascio della nuova Carta d’identità elettronica e la consegna è garantita entro sei giorni lavorativi e avverrà per posta, all’indirizzo inserito nella domanda di rilascio. Per scoprire tutte le informazioni in merito alla CIE è possibile visitare il sito internet www.cartaidentita.interno.gov.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI