Covid, contagi in risalita. Lieve miglioramento della campagna vaccinale

Sul fronte Covid si registrano contagi in risalita nelle ultime settimane. In vista gli open day per favorire ed incentivare la campagna vaccinale.

Covid - SARS-CoV-2 - Covid-19

La campagna vaccinale contro il Covid fa registrare la somministrazione di 1.267.812 vaccini adattati alla variante XBB 1.5, in crescita rispetto alle scorse settimane. Gli infettivologi ed epidemiologi hanno più volte denunciato i ritardi nella campagna vaccinale. La fascia con il maggior numero maggiore di vaccinazioni è quella over 80 (411mila), seguita da quella 70-79 (400mila). Tra le regioni con il maggior numero di vaccinazioni la Lombardia con 371mila vaccini, a seguire la Toscana e l’Emilia Romagna, rispettivamente 190.321 la prima e 190.183 la seconda.

I consigli degli infettivologi in vista del picco.

Nelle ultime settimane i contagi da Covid-19 sono in aumento. Secondo l’ultimo bollettino del ministero della Salute, nel periodo 30 novembre–6 dicembre, si sono registrati 59.498 nuovi casi di Covid-19 (+14% rispetto alla settimana precedente). In salita anche il tasso di positività che passa al 21% dal 19% della precedente rilevazione (+2,1%). Secondo l’infettivologo Vaia il picco è atteso per Natale, e l’unico scudo verso il virus è il vaccino.

Fortemente raccomandata la vaccinazione per i più fragili.

Il professor Francesco Vaia, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, ha spiegato che la ripresa del contagio è legata alla coesistenza di due sottovarianti emergenti di Omicron, la EG.5 (Eris), e la BA.2.86 (Pirola) che si è evoluta nella JN.1. La maggior parte delle persone con Covid ricoverate in ospedale sono grandi anziani, con più alto rischio di ospedalizzazione negli over 80, persone con più di 90 anni, molte delle quali non vaccinate o con ultima dose risalente a due anni fa, per le quale la vaccinazione continua ad essere fortemente raccomandata. I richiami vaccinali, insieme all’immunità data dalle infezioni naturali, sono il più potente scudo contro la malattia grave e contro il rischio di morte per Covid. Secondo Vaia, a parte gli open day serve rafforzare la rete territoriale e ospedaliera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Knew.it

Informazioni sull'autore