CONDIVIDI
Concorso Forze Armate: posti nell'Esercito, Marina e Areonautica

Festa della Repubblica: le origini storiche e il protocollo ufficiale. Oggi, venerdì 2 giugno 2017, si festeggia in Italia la Festa della Repubblica, in ricordo del referendum del 1946 con il quale il popolo italiano scelse di abbandonare la monarchia. Dopo la fine della seconda guerra mondiale e la caduta del regime fascista, il 2 e il 3 giugno 1946 si tennero le prime elezioni a suffragio universale della storia d’Italia, poiché votarono per la prima volta anche le donne. La maggioranza degli italiani (12.718.641) votò a favore della repubblica, mentre 10.718.502 scelsero la monarchia. Le schede bianche o nulle furono 1.498.136. Dopo molte polemiche e contestazioni, i risultati ufficiali furono annunciati solo il 18 giugno 1946, e in quel giorno la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la nascita della Repubblica Italiana.

Festa della Repubblica, oggi 2 giugno 2017: origini storiche e celebrazioni ufficiali.

Ma il Paese si ritrovò spaccato in due. Nel Nord Italia vinse la repubblica in quasi tutti i centri urbani principali, mentre nel Meridione prevalse nettamente la monarchia. A Napoli la monarchia prese 900 mila voti (contro 250 mila per la repubblica); a Palermo quasi 600 mila contro 380 mila; a Roma la monarchia superò la repubblica di circa 30 mila schede. Pochi sanno però che questa festività non si è celebrata sempre il 2 giugno. Nel 1948 la Festa della Repubblica fu fissata per il 2 giugno, ma a partire dal 1977 si decise di farla “cadere” la seconda domenica di giugno. Il motivo principale fu la crisi economica di quegli anni, caratterizzati anche da una forte instabilità politica e dagli attentati del terrorismo rosso e nero. In questo modo non si sarebbe “perso” un giorno lavorativo.

Nel 1976, la tradizionale parata militare venne eccezionalmente annullata a causa del terremoto del Friuli Venezia Giulia. Nel 2000 il governo Amato decise di ristabilire la Festa della Repubblica per il 2 giugno. Il cerimoniale ufficiale della Festa della Repubblica prevede che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, deponga una corona d’alloro in omaggio al Milite Ignoto, presso l’Altare della Patria che a piazza Venezia, a Roma. Lungo i Fori Imperiali a Roma ci sarà la sfilata delle forze armate (Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare e Carabinieri). Parteciperanno anche la Guardia di Finanza, la Polizia, i Vigili del Fuoco, la Guardia Forestale, la Croce Rossa Italiana e alcuni corpi della polizia municipale di Roma e della protezione civile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI