CONDIVIDI
Papa Francesco, l'Angelus di domani, domenica 28 maggio 2017

Papa Francesco, il Regina Coeli di domeinca 28 maggio 2017. Papa Francesco durante il Regina Coeli di oggi, 28 maggio 2017, ha parlato della celebrazione dell’Assunzione di Gesù in Cielo, avvenuta quaranta giorni dopo la Pasqua. “In questa festa dell’Ascensione, mentre rivolgiamo lo sguardo al cielo, dove Cristo è asceso e siede alla destra del Padre”, spiega il Papa, “rafforziamo i nostri passi sulla terra per proseguire con entusiasmo e coraggio il nostro cammino, la nostra missione di testimoniare e vivere il Vangelo in ogni ambiente. Siamo però ben consapevoli che questa non dipende prima di tutto dalle nostre forze, da capacità organizzative e risorse umane. Soltanto con la luce e la forza dello Spirito Santo noi possiamo adempiere efficacemente la nostra missione di far conoscere e sperimentare sempre più agli altri l’amore e la tenerezza di Gesù”. Papa Francesco ha poi espresso la sua vicinanza all’Egitto, teatro di un altro terribile attentato, Molte vittime erano bambini, e sono stati uccisi mentre andavano a pregare in un santuario, dopo aver rifiutato di rinnegare la loro fede. Il Papa ha espresso la sua vicinanza anche alle vittime e a quanti piangono per le vittime dell’attentato di Manchester.

Papa Francesco, la visita a Genova di ieri, 27 maggio 2017.

Questa, per Papa Francesco, è stata una settimana ricca di impegni. Negli scorsi giorni, il Santo Padre ha incontrato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump: l’incontro, a porte chiuse, è durato ventisette minuti e sono stati affrontati diversi temi, tra cui l’ambiente, la pace in Medioriente, l’accoglienza dei migranti, la libertà religiosa. Trump si è detto soddisfatto dell’incontro, e ha dichiarato di non poter mai dimenticare le parole del Papa. Il presidente, inoltre, si è detto determinato a perseguire la pace nel mondo e ha annunciato di aver stanziato 300 milioni per le crisi in Somalia, Nigeria, Sudan, Yemen.

Papa Francesco: “obiettivo non è un reddito per tutti ma un lavoro per tutti perché senza lavoro non c’è dignità”.

Papa Francesco ieri è stato a Genova. Il Santo Padre è stato all’Ilva di Cornigliano, dove ha incontrato i rappresentanti del mondo del lavoro. Il Papa ha spiegato che l’obiettivo non deve essere un reddito per tutti, ma un lavoro per tutti, perché “senza lavoro per tutti non ci sarà dignità per tutti”. Il Papa ha pranzato con detenuti, migranti e senza dimora, e nel pomeriggio ha visitato l’ospedale pediatrico Gaslini, dove ha incontrato i piccoli pazienti ed i loro genitori, il personale medico e infermieristico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI