Papa Francesco, l’annuncio cristiano è rivolto a tutti. Le parole dell’udienza di oggi

All’udienza generale di oggi, Papa Francesco, nella sua catechesi parla dell'annuncio cristiano, del Vangelo e del suo carattere di universalità.

Papa Francesco

All’udienza generale di oggi, celebrata come di consueto in Piazza San Pietro, Papa Francesco, nella sua catechesi sullo zelo apostolico, sottolinea che l’annuncio cristiano è rivolto a tutti. La Buona Novella ha “una ‘potenza umanizzatrice’, un compimento di vita che è destinata ad ogni uomo e ogni donna”, perché Cristo è nato, morto e risorto “per tutti, nessuno escluso”.

I cristiani devono annunciare a tutti il Vangelo.

I cristiani hanno il dovere di annunciare il Vangelo “senza escludere nessuno, non come chi impone un obbligo, bensì come chi condivide una gioia”, perché “la Chiesa non cresce per proselitismo ma per attrazione’”. Proprio per raggiungere tutti Dio sceglie qualcuno di noi, elegge qualcuno per raggiungere altri. Quanti sono stati scelti da Dio “hanno sperimentato la gioia della chiamata, ma anche la responsabilità e talvolta “lo scoraggiamento di fronte alle proprie debolezze o la perdita delle loro sicurezze”.

La chiamata ricevuta non è un privilegio ma un servizio.

La tentazione più grande è quella di considerare la chiamata ricevuta come un privilegio: noi non possiamo dire che siamo privilegiati in confronto degli altri, perchè la chiamata è per un servizio. E Dio sceglie uno per amare tutti, per arrivare a tutti. Non bisogna cadere nella tentazione di identificare il cristianesimo con una cultura, con un sistema, perché perderebbe “la sua natura veramente cattolica, ossia per tutti“.

Un nuovo appello contro la guerra.

In chiusura il Pontefice non dimentica di lanciare un nuovo appello per la pace: “Non dimentichiamo di perseverare nella preghiera per quanti soffrono a causa delle guerre in tante parti del mondo, specialmente per le care popolazioni dell’Ucraina, la martoriata Ucraina, di Israele e della Palestina”. E ribadisce con forza: “Per favore, andiamo avanti per la pace, pregate tanto per la pace…Che il Signore metta mano lì, che il Signore ci aiuti a risolvere i problemi e a non andare avanti con le passioni che alla fine uccidono tutti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Knew.it

Informazioni sull'autore