CONDIVIDI
Riforma pensioni: le news di oggi sui precoci e l'incontro con i sindacati!

Pensioni anticipate, Ape sociale. La firma del decreto attuativo dell’Ape sociale non ha segnato un cambiamento, rispetto alle premesse, per quanto riguarda le pensioni dei lavoratori del settore edile. Dario Boni, segretario generale della Fillea Cgil, ha affermato in un’intervista a RadioArticolo1 che “il tema delle pensioni è irrisolto”. “La trattativa con il Governo ha portato ad un titolo, per quanto riguarda la questione degli edili, ma senza il giornale”, ha aggiunto.

Pensioni anticipate. La questioni degli edili.

Il nodo è sempre quello dei requisiti d’accesso:”E’ vero che gli edili sono tra quelle categorie che possono usufruire dello scivolo dell’uscita agevolata, ma se i paletti rimangono quelli di sei anni di lavoro su sette continuativi, è chiaro che la platea degli edili che potranno accedere sarà di poche centinaia di lavoratori”, ha affermato Boni. La natura stessa del lavoro edile comporta la non continuità, ha sottolineato il sindacalista, dovuta all’apertura ed alla chiusura dei cantieri, che porta spesso al licenziamento degli operai ed al ricorso agli ammortizzatori sociali.

Per Boni :”L’anno che è consentito come cuscinetto, non è sufficiente a fare uscire i lavoratori”. L’obiettivo del sindacato degli edili della Cgil è quello di non avere “nonni sulle impalcature”. Per questo la battaglia continua con una giornata di mobilitazione del settore dell’edilizia, fissata per il 25 maggio prossimo. L’iniziativa prevede manifestazioni nazionali lungo tutto il territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI