CONDIVIDI
Pensioni anticipate, nati nel '52. Le ultime novità

Pensioni anticipate, Ape sociale. Ancora nulla di fatto per l’Ape sociale, misura per le pensioni anticipate, che consente agli appartenenti a determinate categorie di andare in pensione a 63 anni, con il costo dell’anticipo a carico della fiscalità generale. Il 18 aprile il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha firmato il decreto attuativo della misura ed il testo è stato trasmesso al Consiglio di Stato il giorno dopo, il quale, con una procedura d’urgenza, ha fornito il proprio parere il 26 aprile. In tale parere sono state evidenziate diverse criticità dello schema del regolamento. Qui sono nati alcuni dei problemi che hanno portato al ritardo della pubblicazione del Dpcm sulla Gazzetta ufficiale.

Pensioni anticipate, Ape sociale. I rilievi del Consiglio di stato e conseguenti modifiche.

Tra i vari rilievi che sono stati fatti dal Consiglio di Stato allo schema di regolamento dell’Ape sociale, la commissione ha osservato che se si afferma che l’Ape sociale è corrisposta a decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso, “si finisce per determinare un significativo differimento temporale del diritto all’indennità rispetto alla data del 1° maggio 2017, perché la domanda di accesso presuppone l’accoglimento di quella di riconoscimento e il termine per decidere sulle domanda di riconoscimento è, per l’anno 2017, il 30 settembre e, per l’anno 2018, il 30 giugno”.

Il Consiglio di Stato ritiene, pertanto, opportuno prevedere che, a partire dal 1° maggio 2017, una volta accertate le condizioni di legge, l’Ape sociale sia corrisposta entro il mese successivo a quello di presentazione della domanda di accesso, ma con decorrenza retroattiva (con il pagamento, quindi, degli arretrati nel frattempo maturati) sin dalla data di maturazione dei requisiti (ma ovviamente mai prima del 1° maggio 2017).

Il Governo starebbe pensando, quindi, di estendere il tempo utile per la presentazione delle domande dell’Ape sociale, arrivando al 15 o al 31 luglio invece del 30 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui KNews.it su Facebook