Pensioni, le ultime novità dopo l’incontro tra governo e sindacati

Oggi si è svolto l'incontro tra governo e sindacati. Divergenti opinioni quelle della Meloni e delle parti sociali a margine del vertice di oggi.

Inps

Oggi si è svolto l’incontro tra governo e sindacati, in cui si è parlato anche del capitolo pensioni. Diverse le opinioni espresse dal presidente del consiglio e dalle parti sociali a margine del vertice di oggi.

Il governo studia un sistema per ridurre le penalizzazioni.

La Meloni ha assicurato che non ci saranno tagli sulle pensioni di medici, infermieri e comparto sanitario, visto che il governo sta valutando “un ulteriore meccanismo di tutela, in modo da ridurre la penalizzazione.

Le riflessioni della Meloni a margine dell’incontro.

Secondo la Meloni un problema enorme resta quello della pensione dei giovani. Sul fronte fisco, per il presidente del Consiglio sarebbe bello rendere strutturale” il taglio del cuneo, ma diventa difficile in questo preciso contesto quando non sappiamo ancora quali saranno le regole con le quali operiamo nei prossimi anni. Secondo la premier, l’incontro tra governo e sindacati sarebbe stato l’occasione per “un confronto franco e costruttivo”.

La posizione dei sindacati.

I sindacati si sono detti delusi dopo l’incontro col governo, perché la manovra del governo continua a non tenere conto delle istanze e delle richieste delle piazze e delle esigenze di migliaia di persone. Il governo non ha cambiato nulla e non ascolta la piazza”, ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. Dello stesso parere il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, che ribadisce l’insensibilità alle tante richieste delle piazze.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Knew.it

Informazioni sull'autore