CONDIVIDI
Riforma delle pensioni, oggi 21 maggio 2017. Le ultime novità su pensioni anticipate, Ape e precoci

Pensioni anticipate, Ape. L’annuncio del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi sui progressi dell’iter burocratico dell’entrata in vigore dell’Ape e del provvedimento per le pensioni dei precoci accresce le speranze di quanti desiderano accedere anticipatamente alla pensione. “Questa settimana abbiamo lavorato senza sosta su alcuni provvedimenti che vengono da #MilleGiorni e che adesso il governo sta attuando”, ha affermato il sottosegretario.

Per quanto riguarda nello specifico il pacchetto pensioni incluso nella legge di bilancio 2017 ed Ape, definito come ” la prima vera risposta ai pensionati dopo anni”, ha chiarito:”Il provvedimento che permetterà ad alcune categorie di anticipare la pensione, superando i vincoli della Fornero, è finalmente pronto. Sia la cosiddetta Ape Social che l’Ape Precoce”.

Pensioni anticipate, Ape. I chiarimenti dell’Inps.

Parallelamente ai passaggi che porteranno alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale dei decreti attuativi delle nuove misure sulle pensioni, procede anche il lavoro dell’Inps che dovrà predisporre la logistica e le procedure che renderanno operativi i provvedimenti.

Il direttore generale dell’Inps, Gabriella Di Michele, ha chiarito che è in atto una collaborazione con la presidenza del Consiglio dei ministri e con il ministero del Lavoro. Il lavoro preparatorio che sta svolgendo l’Ente previdenziale è quello della costruzione di “procedure informatiche e istruzioni operative che potranno avere una struttura definitiva solo quando definitivamente si conoscerà la norma applicativa della legge”.

Per quanto riguarda la platea dei beneficiari dell’Ape agevolata sono previste 60-70mila persone. Meno chiarezza sui numeri per quanto riguarda l’Ape volontaria.”Si parla di 300mila persone per il 2017, ma credo personalmente che siano numeri un po’ alti. Ma dipenderà dalla necessità che il mondo economico avrà di rinnovare il proprio comparto occupazionale”, ha affermato il dirigente Inps.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI