CONDIVIDI
Riforma pensioni, novità ad oggi 22 giugno 2017 su pensioni anticipate, Ape, opzione donna, età pensionabile

Pensioni anticipate ed Ape. Ancora nessun novità per quanto riguarda i decreti d’attuazione degli interventi per le pensioni anticipate incluse nella legge di bilancio 2017. L’Ape e la norma per le pensioni dei precoci non sono entrate ancora in vigore, ma il Patronato Acli ha deciso di promuovere una giornata informativa dedicata, fissata per il 19 maggio 2017. Tutte le sedi saranno aperte per dare informazioni su Ape sociale e pensioni precoci. Il Patronato Acli ha messo anche a disposizione due test, accessibili online per  verificare se si possiedono i requisiti per accedere all’ Ape sociale ed alle pensioni anticipate per i precoci.

Pensioni anticipate con Ape e precoci. L’analisi del Patronato Acli. 

“Siamo prossimi all’attivazione delle nuove misure di “flessibilità pensionistica” introdotte dall’ultima Legge di Bilancio: Ape Sociale, Ape Volontario e le pensioni quota 41 per i lavoratori “precoci”. Opportunità queste che si affiancano ai già esistenti e operativi benefici per lavori usuranti, opzione donna e cumulo gratuito. Sono tutte possibili soluzioni per andare in pensione prima rispetto alla Riforma Monti-Fornero del 2012. Misure che attendevamo da tanto e che si fanno un po’ aspettare”, chiariscono dal Patronato Acli.

“L’unico decreto attuativo in via di uscita sembra essere quello relativo all’Ape Sociale. Tempi decisamente più lunghi sono previsti per l’Ape Volontario, il cui decreto deve ancora passare l’esame del Consiglio di Stato. Nessuna notizia trapela sul provvedimento che dovrà rendere operativa la cosiddetta “quota 41” per i lavoratori “precoci”. Le procedure di certificazione del diritto potrebbero rivelarsi lunghe e laboriose. Forse si è sottovalutata la complessità della nuova disciplina e tutti gli adempimenti operativi che questa comporta. Detto ciò, noi chiediamo tempestività operativa”, concludono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI