CONDIVIDI
Corte di Cassazione: nuova pronuncia sulla RCA Auto

Risarcimento anche se l’assicurazione è scaduta: la decisione della Cassazione. Con una sentenza di tre giorni fa, la Corte di Cassazione ha ritenuto illegittima la claim’s made. Questa clausola riconosceva la copertura assicurativa e il risarcimento solo qualora il danno e la richiesta di pagamento si fossero verificati con la polizza non ancora scaduta. Quindi all’assicurato potrà spettare il risarcimento anche in caso di assicurazione scaduta. Secondo la Cassazione la clausola claim’s made conferiva alle compagnie assicurative un vantaggio iniquo e sproporzionato senza contropartita, costringendo l’assicurato a trovarsi in una condizione di eccessiva soggezione.

Risarcimento anche se l’assicurazione è scaduta: la decisione della Cassazione.

Con questa clausola, di fatto, veniva negato il risarcimento a tutti coloro che si infortunavano in prossimità della scadenza della polizza e che, ovviamente, non avevano la possibilità di chiedere immediatamente il risarcimento al responsabile del danno. Per esempio nel caso di un ricovero in ospedale, a causa dell’infortunio subito, l’assicurato sarebbe oggettivamente impossibilitato a presentare la richiesta di risarcimento. I giudici hanno considerato così tale clausola come un patto atipico incompatibile con il nostro codice civile.

In questo caso la sentenza riguardava un’azienda ospedaliera ma questa decisione avrà delle conseguenze anche nei casi che interessano molti professionisti che si vedono negare il risarcimento dalle proprie compagnie assicurative a causa della claim’s made. Stesso discorso vale anche per l’azione di responsabilità avviata dai curatori fallimentari verso gli amministratori di società e i relativi sindaci. Cambia molto per l’assicurato, che potrà così pretendere il risarcimento anche in mancanza di rinnovo della polizza infortuni o sulla responsabilità civile, a patto che il sinistro si sia verificato quando ancora il contratto era attivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI