Soumahoro, moglie suocera e parenti rinviati a giudizio!

Le imputazioni sono di frode, bancarotta e autoriciclaggio. Sotto accusa la gestione dei fondi pubblici dati alle cooperative per l'assistenza ai migranti.

Aboubakar Soumahoro

Moglie, suocera e cognati di Aboubakar Soumahoro sono stati rinviati a giudizio. Questo è quanto ha stabilito il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Latina nel contesto dell’indagine sulla gestione delle cooperative per l’assistenza ai migranti. E dunque il gip ha accolto le richieste del pubblico ministero che contestava agli imputati reati come bancarotta, frode e autoriciclaggio. L’inchiesta riguarda la gestione delle risorse pubbliche erogate alla cooperativa Karibu e al consorzio Aid.

I parenti di Soumahoro nel mirino della Procura!

Ricapitolando, bersaglio della Procura di Latina sono la moglie di Soumahoro Lilian Murekatete, la suocera Marie Therese Mukamitsindo, e i cognati Michel Rukundo e Alime Mutesi. Nell’udienza preliminare è stata ammessa la costituzione in parte civile dei Comuni di Sezze, Terracina, Roccasecca di Volsci, Latina, Pontinia, Aprilia, Monte San Biagio e Fondi, del sindacato Uiltuck, di diciannove lavoratori ed ex dipendenti della coop Karibu e del consorzio Aid, del Codacons, del ministero dell’Interno, del consorzio Agenzia inclusione dei diritti e del commissario liquidatore della Karibu.

Distrazione di fondi destinati ai migranti!

Il processo inizierà l’11 giugno. Secondo chi ha portato avanti le indagini, gli imputati avrebbero distratto risorse a suo tempo erogate per l’assistenza ai migranti. Per cui il gip di Latina aveva deciso nei mesi scorsi anche un sequestro del valore di quasi due milioni di euro. Erano state evidenziate nel corso delle indagini delle disposizioni bancarie “prive di congrua giustificazione causale e comunque per finalità diverse da quelle alle quali era preposta la Karibu”: ristoranti, gioiellerie, centri estetici, abbigliamento, cosmetici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Knew.it

Informazioni sull'autore