Turchia, sconfitta per Erdogan alle elezioni amministrative!

Il centrosinistra del CHP scavalca la destra islamica dell'AKP su tutto il territorio nazionale. Per il leader Imamoglu è una vittoria della democrazia.

Recep Tayyip Erdoğan

Ekrem Imamoglu, il riconfermato sindaco di Istanbul che, con il 99% delle schede scrutinate, ha ottenuto più del 50% dei voti, battendo Murat Kurum, il candidato sostenuto dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che non va oltre il 40%. Nel momento in cui il vincitore di questa lunghissima battaglia sale sul palco la folla deflagra in un urlo liberatorio. Imamoglu arringa la piazza: «Abbiamo vinto, è finita l’era del’uomo solo al comando».

Un chiaro messaggio per il presidente Erdogan!

E ancora: «I sedici milioni di cittadini di questa città hanno vinto, donne, giovani, curdi, cristiani, siriani, ebrei e le persone di tutti i credi hanno vinto». La piazza chiede al leader del partito di sinistra laico del CHP di togliersi la giacca e la cravatta, un gesto che compie in tutti i comizi. Imamoglu si arrotola le maniche, e continua: «Quello di oggi è un messaggio per il presidente Erdogan e per il governo. I soldi ora devono essere spesi per la gente, basta sprechi».

Una vittoria della Turchia secolare!

Nel momento in cui la vittoria di Imamoglu si è profilata netta, il popolo si è dato convegno nella piazza Sarachane, nel quartiere di Fatih, roccaforte della destra islamica. Una folla entusiasta, con in mano le bandiere rosse con la mezzaluna, si è riversata per le strade cantando e ballando in un’esplosione di gioia che da tempo non si vedeva. Le luci dei cellulari, i fuochi artificiali, le lanterne sollevate creano un’atmosfera da fiaba. Tutti gridano il suo nome «Ekrem Imamoglu!». «La Turchia è nata secolare e tale rimarrà!». «Erdogan dimettiti!».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Knew.it

Informazioni sull'autore